Trekking in Liguria

Fare trekking in liguria, significa spostarsi da Capo Noli al Promontorio di Caprazoppa in un ambiente calcareo-dolomitico caratterizzato da una serie di altopiani svettanti con le loro falesie dalla lussurreggiante vegetazione mediterranea e separati da valli che giungono fin sopra la costa con spettacolari viste sul mare sottostante.

Attraverserete zone che presentano una condizione di insularità geologica. Troverete le grotte, più di 110, molte delle quali sono state frequentate fin dalla Preistoria, e documentano una presenza umana nella zona ininterrotta dall’età dell’Uomo di Neanderthal.

Trekking in Liguria: dove

Se questa è la vostra domanda, sappiate che la liguria terra madre per il trekking, vi presenterà ambienti mediterranei e collinari tra i meglio conservati in Liguria.

Vi immergerete in boschi, garighe e macchie; avretre la possibilità di osservare una enorme quantità di specie vegetali paleomediterranee, moltisisme anche rare ed endemiche. Facendo trekking in liguria, non macherete sicuramente di vedere moltissime orchidee spontanee.

La fauna ligure è tipica mediterranea, al suo interno sono presenti una grande varietà di specie, come la magnifica Lucertola ocellata (Timon lepidus), qui all’estremo limite orientale della sua distribuzione, e moltissime specie di uccelli, alcune delle quali protette da convenzioni internazionali, per cui il Finalese è riconosciuto dall’organizzazione Birdlife International come I.B.A. (Important Bird Area).

A causa del suo elevato valore naturalistico, la zona è stata inclusa nella Rete Natura 2000 della Comunità Europea come S.I.C. (Sito di Interesse Cominitario) “Finalese-Capo Noli”.

*Fonte: http://www.finaleligureitalia.com/finale-ligure-escursioni.htm